Seylech (Charles) Leuthard, Künstler des Lichts.

31 Ottobre 2017

56° nota, Schweibenalp

Ho tanto da fare e spesso il giorno ha troppo poche ore. Stanco e spesso al limite delle mie forze, vado a letto presto e mi abbandono in un sonno profondo.

Mi guardo e penso: “questo tipo è matto. Che cosa fá per lavorare così tanto?”

Poi mi fermo e mi permetto una pausa. Il lavoro continua però con una visione diversa – direi più serena e più rilassante, nello stesso tempo è tornata anche la motivazione. Il giorno sarà una esperienza gioiosa.

Non ho più voglia di preoccuparmi di centomila piccole cose. Mi dico: “Stop! Basta!”. Guardo nel sole e chiudo gli occhi, sento il suo calore. E lo so: tutto va bene.