Seylech (Charles) Leuthard, Künstler des Lichts.

30 Novembre 2018

68° nota, Lucerna

David ha disdetto il contratto di apprendistato, dopo quattro mesi, in comune accordo. Mi dispiace un po’. Mio figlio, una persona sensibile, con l’anima tenera, piena di onestà sta cercando con difficoltà di trovare il suo posto nella vita.

Questo mese ho lavorato molto poco nel mio studio. Anche perchè il tetto della nostra casa e stato riparato e questo disordine ne è stata la causa. Anche alcune consegne e le piccole mostre durante il fine settimane hanno preso tempo. Un periodo molto piacevole, anche per avere un po’ di distacco dallo studio.

Ho potuto farmi dei pensieri su nuove opere che voglio realizzare, cioè i tabelloni dorati e quadri sull’universo. Raccolgo abbastanza idee e poi non mi ferma più nessuno. Intanto vivo alcuni giorni nel mio mondo e sono molto riconoscente a Franziska, che si occupa di tutte le faccende domestiche e specialmente adesso per trovare una buona soluzione per David.


28 Ottobre 2018

67° nota, Brienzwiler

Una settimana normale:

Lunedi, 22 ottobre 2018:
Inizio del lavoro nello studio alle ore 5.30, ho lavorato fino a mezzogiorno senza pausa. Diversi lavori, i soli di cristallo e finire le cornici.
A pomeriggio dalle 13.00 alle 18.00: lavorato alle sculture e alle opere sulla natura.

Martedi, 23 ottobre 2018:
Ore 7.00 partenza con Franziska per Chàteau-d’Oex, dove dobbiamo ritirare un quadro che era là in mostra, per poi farlo vedere giovedi a una cliente nei Grigioni. Andata e ritorno tre ore.
A pomeriggio lavoro nello studio: dorare e riempire soli di cristallo.

Mercoledi, 24 ottobre 2018
Inizio il lavoro alle ore 5.00. Attualmente ho bisogno di circa sei ore di sonno. Sono già in forma la mattina presto, così mi godo la tranquillità delle prime ore del mattino nello studio, le quali mi inspirano particolarmente. Diversi lavori da fare: come tagliare, addattare, montare.
Preparativi per giovedi: imballare cinque opere, preparare diversi attrezzi ed il trapano.

Giovedi, 25 ottobre 2018
Ore 7.00 partenza con Franziska via Susten, Andermatt, Oberalppass fino nella Surselva. Il tempo è meraviglioso, mite ed il cielo di un blu intenso.
Ore 11.00 appuntamento con la cliente: mostrare le opere, consigliare e montare.
Ore 12.00 Viaggio di ritorno, sosta e pranzo nel monastero di Disentis poi si continua via Andermatt verso il passo del Furca, con una breve visita al ghiacciaio del Rodano. Il ghiaccio si sta sciogliendo ad un ritmo velocissimo.
Ore 17.00 Arrivo a casa, scaricare e mettere a posto, mentre Franziska sbriga del lavoro in ufficio.
Ore 18.00 chiusura giornata lavorativa.

Venerdi, 26 ottobre 2018
Inizio del lavoro alle 4.30 e siccome non posso fare rumore prima delle 7, lavoro a un nuovo tabellone dorato . Studio l’opera, la struttura, i punti cardini e pondero le possibilità di realizzazione.
Ore 7.00 lavori di fresatura davanti la casa per i soli di cristallo e i tabelloni dorati.
Ore 12.00 pranzo con Franziska davanti la casa. A pomeriggio lavorI in giardino con Franziska e mettere a posto lo studio.

Sabato, 27 ottobre 2018
Ore 7.00 lavorare nello studio, dorare.
Ore 10.00 partenza per un incontro con un cliente, all’ultimo piano nell’edificio più alto di Lucerna. Una vista fantastica, dove mi sento lontano da tutte le preoccupazioni e sfide mondane.
Revisione del contratto e ordinazione.
Ore 12.15: pranzo in un ristorante indiano.
Nel pomeriggio passeggio nel centro storico e mi godo le prime decorazioni natalizie.

Domenica, 28 ottobre 2018
Ore 8.00 partenza per andare dalla nostra figlia per un brunch. Il tempo freddo e umido ci obbliga a rimanere in casa, dove giochiamo, discutiamo e ci godiamo il tempo insieme. Ho anche tempo per una piccola siesta.
Ore 17.00 appuntamento a Lucerna per la consegna e montaggio di una opera. Invito a cena con discorsi vivaci e costruttivi.


13 settembre 2018

66° nota, Brienz

Capita pure questo:

La mostra “tempi d’oro” che era prevista per dicembre l’ho spostata spontaneamente a oggi e sono con Franziska nella nostra galleria di Brienz per allestirla. Procediamo abbastanza lisci, quando improvvisamente entra una signora che vuole visitare la mostra non ancora finita.

Ê originaria di Berlino e appassionata collezionista d’arte, in particolare di Salvador Dalì e Picasso, dei quali possiede alcuni originali. È stata magicamente attratta dalle opere d’oro qui esposte.

È molto entusiasta. Questa donna è incline all’arte. Ha l’occhio e un buon instinto per l‘arte. Discutiamo vivacemente e con tanto entusiasmo, alla fine acquista spontaneamente l’opera „Source” –  l’ultima della serie „Tabelloni d’oro“.

Un incontro meraviglioso che non mi aspettavo.


23 Agosto 2018

65° nota, Meiringen

Il mio posto preferito per scrivere il diario è in un bar con un caffe e un pezzo di torta, come sto facendo proprio adesso.

In fondo questa estate volevo dipingere dei quadri sull’universo di grande formato, però – come succede spesso – va a finire diversamente. Ordinazioni di soli di cristallo, lavori d’opere d’arte sulla natura e sculture per la prossima esposizione hanno impegnato tutto il mio tempo.

Una domenica mi sono preso libero e ho visitato spontanamente il museo d’arte a Lucerna. Davanti a un’esposizione ho avuto un’ispirazione che mi ha subito entusiasmato. L’opera era grande, colorata e simile a un mosaico, lavorata con una varietà di materiali, ma artigianalmente non professionale e senza espressione emotiva. Ho immaginato qualcosa di simile, grande, ricco di materiali e in diverse tonalità d’oro, pieno di luce e spirito. Una serie di tabelloni dorati!

Ieri ho finito il primo – ed ecco il link:


31 Luglio 2018

64° nota, Brienzwiler

Vivo dell’ispirazione, di dio e dell’amore .

La mia arte e dedicata al sole e alla vita.

Il silenzio qui in studio è molto edificante e ne posso attingere da una fonte inesauribile. Quello che c’era qui da sempre si concretizza in forma fisica per essere visibile all’occhio umano

Personalmente non vedo l’ora di creare con le mie mani delle opere ancora sconosciute.


28 Giugno 2018

63° nota, Europa-Park Rust

Le incisioni russe qui sono fantastiche e mi animano incredibilmente. E quando arriva l’ispirazione di scrivere – come adesso nel rumore e in mezzo alle molte attrazioni qui all’Europa-Park – allora mi cerco un posto tranquillo e trasmetto i miei pensieri sulla carta, ben cosciente di quanto l’ispirazione possa essere fugace e di breve durata.

David è venuto da me con l’idea di pubblicare vari cortometraggi sulle mie opere, come “L’estate gialla” o “Corpus delicti” per pubblicarli su Internet. Farebbe volentieri questo lavoro. Quello che ha già fatto è molto promettente. Personalmente lo trovo grandioso!

Intanto nel mio studio tutto procede meravigliosamente. Stanno emergendo varie opere d’arte che mi danno molta soddisfazione, tra le quali due sculture sferiche di legno, per le quali ho appena trovato l’ambra, uno specchio con una cornice greca, un quadro rotondo con piume di rondine rossa, una vecchia porta…

Questi sono momenti nei quali mi accompagna una serena e profonda gioia.


23 Maggio 2018

62° nota, Rothenburg

Ieri ho dipinto la mia opera più grande fino adesso (120 x150 cm) e ho realizzato la mia idea, cioè dipingere immagini dell’universo di grande formato, malgrado il posto nel mio atelier non lo consente a pieno. L’universo sembra così enorme, che anche la tela di conseguenza deve essere grande.

Ora sono sul mio scooter per andare a comprare i colori ad olio. Dovrebbero esserci molte sfumature di blu, così che posso ancora iniziare a lavorare già questo pomeriggio. Non c’ho quasi più posto per le opere , ne per farle asciugare ne per conservarle, e non so nemmeno se le venderò mai. Non importa.

Devo dipingere!


23 Aprile 2018

61° nota, Gruyères

Per la seconda volta abbiamo una mostra qui a Gruyères. In tutto ci sono venti opere, soli di cristallo, sculture, dipinti ad olio e delle opere d’arte naturali.

È così confortevole qui! Siamo pronti per incontri e conversazioni accompagnati di musica classica e un dessert “Meringues con Doppia -panna , una specialità di Gruyères.

Belle parole e anche vere. Peró gli ultimi mesi sono stati molto impegnativi. Quello che mi manca è di avere abbastanza tempo per dipingere dei quadri sull’universo. Pero so anche che nei prossimi mesi estivi avró più tempo. Il tempo degli spazi blu e mistici che sembrano infiniti e pieni di stelle …


10 Marzo 2018

60° nota, Brienzwiler

Ieri in studio c’è stata l’inaugurazione. Cioè il dipinto ad olio “Voyager”, facente parte delle opere dell’ universo ha finalmente ottenuto, dopo tre anni, la cornice definitiva.

È sempre un momento molto speciale e culminante per me e per il quadro. Questa grande cornice (100×140 cm) con fuga sfumata l’ho fatta fare in Germania, siccome non ho trovato nessuno in Svizzera. Quindi è arrivata per corriere. Tutto è andato bene – il che non è scontato – e si adatta anche meravigliosamente. “Voyager” ora è completo unito al suo telaio.

Sono andato spesso in studio, anche dopo il lavoro, mi sono messo di fronte all’opera per godermela e per sognare …

Immagine


27 Gennaio 2018

59° nota, Lucerna

Lunedi scorso è venuta la televisione da noi nella galleria. Hanno fatto un servizio di 20 minuti  sulle mie opere. Durante la registrazione ero teso e imbarazzato , il mio comportamento non mi piaceva per niente. Malgrado che mi ero preparato non riuscivo a parlare in modo tranquillo e sciolto. Ormai ci sarà di nuovo l’occasione di migliorare una prossima volta.

Franziska era come al solito calma e competente. Che donna meravigliosa. Il servizio andrà in onda domani domenica.

Io lo guarderò, se lo guarderò, in un secondo momento…


19 Dicembre 2017

58° nota, Wien

Quando vedo opere d’arte, come queste di Gustav Klimt, divento molto vivace e pieno d’ispirazione. Ciò mi spinge a cominciare a lavorare con passione e creatività e creare delle opere che provocano entusiasmo e spiritualità. La vita è piena di colori. Sarebbe un peccato di non approfittarne.
La vita non è così, che uno e uno fanno due. Ci offre molto di più ci sono tre o quattro opportunità e risorse che non dovrebbero rimanere inutilizzate.
Auguro a tutti il corraggio di osare.

20.12. Café Central

Quando vengo a Vienna, è come se il mondo fosse fatto di musica, letteratura, arte, caffè e dolci, tutte cose che mi piacciono molto e delle quali non ne ho mai abbastanza.

21.12. Museo d’arte Albertina

Eccola di nuovo, questa sensazione che mi travolge quando guardo le opere d’arte. Voglio dipingere – e penso di essere ancora all’inizio. Dopo più di 2000 opere è come se fosse ancora la prima.  Che piacere avere questi sentimenti.

Volo di ritorno

Con 51 anni sono un uomo felice. Sono molto più rilassato e più paziente di prima. Prendo il momento e la vita come un dono.


30 Novembre 2017

57° nota, Brienzwiler

Un mese emozionante ed estremamente rilevante sta per finire.

In conclusione: la realità è, che tutti siamo liberi e tutti abbiamo la possibilità di scegliere ed in ogni momento di decidere che cosa vogliamo imparare e sperimentare. Quindi siamo noi a creare il nostro destino e quello del nostro pianeta.

Il potere dei pensieri e la scelta delle parole sono decesivi. Siamo tutti della stessa luce e della stessa origine. Dentro di noi si nasconde l’origine dell ‘universo.

Siamo delle creature dell’ infinito, estremamente creative e senza limiti. Definiamo ripetutamente ciò che vogliamo sperimentare e fare.

Il giocattolo “essere umano” esiste da tanto tempo. Ora c’è la possibilità di svegliarsi. Ricordati di crescere nella luce e nell’ amore.


31 Ottobre 2017

56° nota, Schweibenalp

Ho tanto da fare e spesso il giorno ha troppo poche ore. Stanco e spesso al limite delle mie forze, vado a letto presto e mi abbandono in un sonno profondo.

Mi guardo e penso: “questo tipo è matto. Che cosa fá per lavorare così tanto?”

Poi mi fermo e mi permetto una pausa. Il lavoro continua però con una visione diversa – direi più serena e più rilassante, nello stesso tempo è tornata anche la motivazione. Il giorno sarà una esperienza gioiosa.

Non ho più voglia di preoccuparmi di centomila piccole cose. Mi dico: “Stop! Basta!”. Guardo nel sole e chiudo gli occhi, sento il suo calore. E lo so: tutto va bene.


30 Settembre 2017

55° nota, Brienzwiler

Ecco la mia cara moglie Franziska, seduta piegata al tavolo attacando piccoli cristalli per le mie opere “Sole di cristallo” che sono uniche e molto richieste. Una musica meditativa l’accompagnata nel suo lavoro e un’atmosfera unica riempie la stanza. Una vista che mi è tanto cara e familiare.

Lei lo fa già da venti anni senza mai lamentarsi o rifiutare di farlo. Mi inchino a tanta umiltà e disciplina. Lo so l’arte è il nostro progetto comune. Se mai un giorno uno di noi lasciasse, sarebbe la fine della nostra arte.

Spesso – come adesso – si deve lavorare anche il fine settimana a incollare cristalli. Mio dio! Sono una persona fortunata di avere una meravigliosa moglie come Franziska, madre dei nostri tre figli, compagna amorevole, unica e affidabile.


31 Agosto 2017

54° nota, Brienz

Un agosto meraviglioso sta per volgere al termine.

Un mese che, dal punto di vista di un artista, non poteva essere migliore. Ottime vendite, degli incontri favolosi, discorsi sinceri e profondi con gente che apprezza la mia arte. Siamo ancora in trattative riguardanti una richiesta presso una galleria di Roma per una mostra, In piu un volo di un giorno a Monaco per incontrare un mio rivenditore di cristalli per cercare quello giusto per un opera d’arte, venduta dopo due giorni. Tutto ciò ha reso speciale questo mese!

Tutta fortuna? Si, certo, però penso che sia d’aiuto quando ognuno è coscente delle sue risorse e capacità e che le usi in maniera creativa e nel migliore dei modi.

In queste circostanze di incertezza finanziaria, c’è bisogno continuamente di nuove energie e corraggio. Tutto questo rende la vita più interessante, emozionante e variata.

È la mia vita e di mia moglie Franziska.


28 Luglio 2017

53° nota, Schweibenalp

Dall’inizio di maggio espongo le mie opere per la seconda volta qui al centro dell’unita sopra il lago di Brienz. L’esposizione ha luogo sui quattro piani dell’edificio e sono esposte 37 opere. Alcune già vendute.

Una volta la settimana vado su per vedere se tutto va bene. Mi trovo molto bene qui. In questo posto è percettibile quanto la gente ami la natura, è palpabile la loro spirituale e la loro lealtà come anche la tolleranza verso persone di culture diverse. Tutto questo rende questo luogo molto particolare. Per me è come essere in ferie per un po di tempo.

Come spesso accade le cose positive si trovano dietro l’angolo – per questo motivo non devo esporre le mie opere a Parigi, Palermo o New York…


4 Giugno 2017

52° nota, Brienzwiler

Una normalissima esposizione

Per la seconda volta faccio una esposizione delle mie opere per tre giorni a Vully presso un produttore di vini premiati. In una sala di ca 20 metri quadrati sono riuscito a fare una mostra di dimensioni considerevoli.

Pero faccio molta fatica a stare qui con un tempo favoloso in attesa di una clientela che si potrebbe permettere di acquistare un opera. Per motivarmi, mi concedo un buon pranzo e un bagno nel lago di Murten. Franziska al contrario è sempre positiva e come spesso accade in contrasto con me allegra.

Mi è difficile essere qui ed aspettare persone interessate all’arte. Però nei discorsi con i visitatori faccio finta di niente, non sarebbe professionale e come l’esperienza c’insegna è sfavorevole per fare affari.

Il terzo giorno comincio di buon mattino a smontare l’esposizione, quando improvvisamente, mentre sono attento ad impaccare i quadri, mi trovo in sala un gruppo di dieci persone. Sono molto entusiaste ed un signore compra spontaneamente un’opera per se e per sua moglie. Tutte le mie preoccupazioni che mi assillavano sono sparite nel nulla. Soddisfatto e felice torniamo a casa, con la promessa di ritornarci il prossimo anno.

In conclusione: vivere il momento e lasciarsi trasportare dalla positività che è in ognuno di noi.


28 Aprile 2017

51° nota, Brienzwiler

Franziska non è a casa per due giorni.

Approfitto del tempo che sono da solo per dipingere quattro piccoli quadri ad olio sull’universo.

Non si può spiegare logicamente, però sento che nell’universo c’è cosi tanta vita e realtà, che per l’occhio umano e per la sua conoscenza è difficile da capire, da classificare e d’accettare. Ad ogni modo, come artista mi permetto di trattare questo bellissimo tema.

La vita stessa si adatta continuamente alle circostanze, sperimentandosi per conoscersi ulteriormente.

Penso che sia sovrastata da uno spirito triste e che la terra sia l ‘unico pianeta abitato e che tutto il resto sia semplicemente decorazione.

Beh, staremo a vedere.


30 Marzo 2017

50° nota, Brienzwiler

La collaborazione col nostro gallerista Jacob sta volgendo al termine. Il suo nuovo contratto è per me economicamente poco interessante e rischioso. Per molti artisti può andare bene economicamente se hanno un secondo lavoro. Su 5000 artisti solo uno è autonomo e deve calcolare bene come andare avanti finanziariamente.

Domani vado a ritirare tutte le mie opere.

Moltissime sono le impressioni e l’esperienze vissute durante l’anno trascorso che mi accompagnano durante il tragitto. Tutto sommato il commercio con l’arte è un business ma anche un gioco, nel quale bisogna saper distinguere la verità dalla finzione.

Nonostante tutto continuo per la mia strada, insieme a mia moglie. La cosa più importante per me, è il sacro nell’arte, questo significa che in un’opera d’arte ci deve essere una percezione spirituale superiore.

Sono molto felice di continuare a lavorare in questa direzione.


24 Febbraio 2017

49° nota, Brienzwiler

Riuscito?

Discutendo d’ arte con la parrucchiera mentre mi stava tagliando i capelli, mi disse che ce l’avrei fatta.

Questa dichiarazione non mi ha lasciato più in pace per un po’ di tempo. Quando uno ce l’ha fatta? E che cosa?

Probabilmente quando hai fatto delle esposizioni a New York e a Parigi, quando hai venduto più di 1600 opere e quando vivi d’arte da 20 anni come artista indipendente con moglie e tre figli!

Suona tutto meraviglioso e impressionante. E in questo senso evidentemente sono riuscito.

Ma questi aspetti esteriori e successi vari sono cosi fuggevoli come l’odore di un nontiscordardimé della mia infanzia.

Essi non sono una garanzia per la mia contentezza interiore e la mia serenità.


27 Gennaio 2017

48° nota, Brienzwiler

Esposizione a Parigi

Siamo partiti alle quattro del mattino con 14 opere. Obiettivo: arrivare alle 13 in punto alla Galleria Thuillier. Obiettivo raggiunto alla perfezione.

Questa città mi innervosisce. Frenetica dall’alba al tramonto. Automobili, rumore, persone, destini. Mi intristiscono i bambini che chiedono l’elemosina in metropolitana. Palazzi monumentali, musei, storia, tutto così unico e variegato. E l’arte, gnam gnam, arte gustosa e fra le migliori.

Mi piace il Museo d’Orsay, ci ho fatto tali scorpacciate di arte, che sono costretto a mettermi in discussione come artista. E ora che sono tornato a casa, osservo con occhio molto critico i miei lavori e giungo alla conclusione che ho lavorato veramente bene. Ogni tempo ha le sue necessità, le sue aspettative e le sue sfide. Bisogna accettarle e – letteralmente – tirarne fuori il meglio che possiamo.

Il vernissage è stato bello e ben riuscito. E io sono felice di abitare in un paesino di appena 490 abitanti, immerso nel verde, le montagne bianche attorno.


27 Dicembre 2016

47° nota, Brienzwiler

Vienna, quando si dice una città che stimola l’ispirazione! Sono stato a vedere la mostra sul Puntinismo all’Albertina, un delizia per l’occhio che appena tornato a casa, mi ha messo le ali a lavorare sui toni del giallo.

Oggi ho dipinto quattro quadri. Tre nel formato 34 x 55: “Sunset”, “Solara” e “Sunny Eye”. Uno è 50 x 80 e si chiama “La Terra del Sole”. Sono tutti e quattro in un formato che mi sta veramente a cuore, il taglio dorato.

Che piacere, prima della fine dell’anno avere così tanta energia e impulso a fare, tanto da riuscire a dipingere ben quattro quadri riusciti. Quattro in un giorno, è davvero al limite del fattibile. Eppure mi capita, quando tutto va bene.

Inspiro profondamente – e provo gratitudine.


28 Novembre 2016

46° nota, Brienzwiler

Anche questo fa parte della mia vita. Lavorare per ore, dipingendo immagini di soli con colori ad olio. Eppure arriva la sera e mi restano in mano cosa ? Tre tele dipinte di giallo.

Giornate come questa sono faticose.

Giornate in cui investo tanto materiale, dai pennelli ai colori ad olio, alla terpentina e alle tele, e il mio tempo, tante ore trascorse ad applicare strati di colore uno dopo l’altro per poi rimuoverli con la spatola. Mi torturo lavorando ad immagini grandi 50×60, una misura che non mi corrisponde affatto, solo per ritrovarmi a fine giornata a confessare a me stesso che il risultato non mi soddisfa affatto.

Ci sono gallerie che pretendono una certa, specifica misura per i quadri. Che non siano troppo grandi, né troppo piccoli, e che abbiano per carità sempre la stessa cornice.

Sento che pian piano mi manca l’aria. È arrivato il momento di dedicarmi a qualcosa in cui mi riconosca pienamente.


14 Novembre 2016

45° nota, Brienzwiler

Oggi ho compiuto 50 anni. E sono felice di quanto ho potuto finora realizzare.

Spesso rifletto sulla mia vita, sul passato e sul futuro. È importante essere soddisfatti di se stessi e della propria vita, affrontare meglio possibile le sfide della vita quotidiana e risolverle in modo che ci faccia sentire a nostro agio.

E così anche per me, soprattutto nell’arte, è una sfida continua soddisfare le mie aspettative. Come quando mi arrivano da galleristi proposte, riflessioni che devo anzitutto elaborare per poi, se è il caso, applicare.

Questo è anche l’anno che mi ha regalato l’opportunità di esporre le mie opere a livello internazionale. Lo devo ad un articolo di due pagine pubblicato su una rivista di arte e design che viene distribuita in celebri gallerie di mezzo mondo. Provo grandi emozioni. E un senso di riconoscenza.


30 Settembre 2016

44° nota, Brienzwiler

Come passa veloce l’estate! Il momento ideale per scrivere una nota per il mio diario.

Lavoro tanto e a lungo. Di continuo vedono la luce soli di cristallo, lavori d’arte naturale e dipinti ad olio. E ho di continuo nuove idee. Nelle fasi come questa, in cui sono pieno di attivismo creativo, il mio piccolo studio mi costringe sempre a rallentare.

Vorrei dipingere ogni giorno, per un anno intero, un dipinto ad olio. È un progetto ed è un sogno che accompagna i miei pensieri già da un po’ di tempo. Prima o poi ci saranno le condizioni per metterlo in pratica.

I due dipinti Universo che ho recentemente esposto a New York hanno avuto successo. Sono stato contattato da un curatore, che mi ha invitato per una mostra tutta mia – a Manhattan, Dicembre 2019. Ho detto di sì. E sono contentissimo.


26 Luglio 2016

43° nota, Brienzwiler

La nuova homepage dinamica è finalmente completa. Franziska ha dovuto lavorare tantissimo, perché ogni immagine trovasse il giusto posto e i testi fossero tradotti in quattro lingue. Le sono immensamente grato per questo straordinario lavoro e sono davvero felice di avere un nuovo sito rinnovato e ben riuscito.

Sono giunte le vacanze estive e ho molto da fare. Lavoro a pieno ritmo per preparare le mostre cui parteciperò in autunno ed è un lavoro che amo. Sono giornate piene di vita che spesso mi sembra non abbiano abbastanza ore. Domani si parte: andiamo con i nostri figli a visitare l’Europapark. Luogo di favole e di colori, di suoni e profumi e gozzoviglie, un luogo dove l’impossibile diventa possibile.

Quanto fa bene, abbandonare per un attimo il tran tran quotidiano..